programma di Economia politica per la Laurea Magistrale – A.A. 2016-17

 

Il capitalismo come modo di produzione storicamente determinato; la forma-valore, duplicità delle merci e doppio carattere del lavoro.

Contabilità nazionale, grandezze nominali e reali; la scomposizione del Pil pro-capite dal lato dell’offerta; il modello del mercato del lavoro in equilibrio; la curva di offerta aggregata verticale; la domanda aggregata e le sue componenti;  il modello keynesiano.

Il denaro e la sua trasformazione in capitale; processo lavorativo e processo di valorizzazione; capitale costante e capitale variabile; lo sfruttamento; il plusvalore assoluto; differenza tra saggio e massa; il plusvalore relativo; il sistema del macchinario e la grande industria; l’accumulazione di capitale; la legge della caduta tendenziale del saggio di profitto e le controtendenze.

Calendario delle lezioni e programmi aggiornati al 26 aprile (nel II semestre il corso si svolge nella sede di Avezzano)
 20 -21 febbraio: Presentazione del corso; astrazione, metodo storico e metodo logico in economia politica.
Prima parte del corso: elementi di macroeconomia
27-28: Forma valore, duplicità della merce e del lavoro.
6 marzo: Contabilità nazionale, grandezze nominali e reali; scomposizione del Pil dal lato della domanda;
13 e 14 marzo: scomposizione del Pil pro-capite dal lato dell’offerta;
20 e 21 marzo: modello del mercato del lavoro in equilibrio e curva di offerta aggregata;
27 e 28 marzo: domanda aggregata e  chiusura del modello neo-classico;
3 e 4 aprile: teoria keynesiana del mercato del lavoro;
10 e 11 aprile [lezioni spostate al 24 aprile e al 2 maggio]: modello keynesiano: domanda effettiva, spesa e moltiplicatore.
Seconda parte del corso: elementi di base del modello marxiano
24 aprile (13.30-17.30): riepilogo della I parte del corso.
2 maggio (8.30-12.30): Il denaro e la sua trasformazione in capitale; processo lavorativo e processo di valorizzazione; capitale costante e capitale variabile.
8 e 9 maggio: Lo sfruttamento: plusvalore assoluto, differenza tra saggio e massa, plusvalore relativo.
15 e 16 maggio: Il sistema del macchinario e la grande industria.
22 e 23 maggio: L’accumulazione di capitale.
29 e 30 maggio:  La legge della caduta tendenziale del saggio di profitto e le controtendenze.
5 e 6 giugno:  riepilogo generale e conclusione del corso.

Libri di testo:

Per gli studenti che conoscono l’inglese una buona guida allo studio del Capitale è
  • Study Guide to Capital, a cura di Harry Cleaver
    https://la.utexas.edu/users/hcleaver/357k/357ksg.html
  • Gli studenti fuori corso possono sostituire la seconda parte del programma con la seconda parte del libro del prof. Felli.
  • I laureati che intendono intraprendere la carriera dell’insegnamento possono sostituire la II parte del programma con i capitoli dedicati alla Microeconomia (la I parte del libro) di Elementi di economia di J. Sloman e D. Garratt (il Mulino, sesta edizione) e, per quanto riguarda la Macroeconomia, o studiare per intero il libro di Ernesto L. Felli (Introduzione alla Macroeconomia, Giappichelli Editore, 2013) o studiare la seconda e la terza parte di Elementi di economia di J. Sloman e D. Garratt.
Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: